L’artista Moneyless reinterpreta gli spazi del “Tiramisù” di Osimo, impianto di risalita che conduce al centro storico. La hall d’ingresso della funicolare si trasforma da luogo di transito in ambiente di bellezza, incontro e scambio.

Nasce una galleria d’arte cittadina in cui l’artista, attraverso la monumentale opera pittorica sulle pareti in cemento armato, mostra l’evoluzione della propria ricerca artistica, pioniera del muralismo astrattista.